Menu

Laboratorio Sviluppo e stampa Bianco e Nero analogico

Storia

Dalla nascita della associazione Refoto si sono succedute varie esperienze di sviluppo e stampa in bianco e nero analogico rivolte agli associati.

Dal 2009 è stato possibile realizzare percorsi annuali strutturati di alto livello, grazie alla collaborazione di grandi fotografi principali rappresentanti della grande scuola reggiana del bianco /nero analogico, quali Vasco Ascolini e, in particolare, Cesare Di Liborio, che ha curato i progetti di questo laboratorio per le edizioni dal 2011 al 2017, indirizzati alla manifestazione reggiana fotografia europea utilizzando la tecnica di stampa con doppio filtro.  

Gabriella Becchi, che fin dagli esordi ha seguito come Responsabile Refoto questa attività, con la collaborazione di Alice Borciani ha curato la trasformazione dei singoli percorsi annuali per la produzione di eventi espositivi in vera e propria attività laboratoristica. 

 

Finalità 

Quello che si prova a realizzare non è solo un “corso” di stampa, ma occasioni per condividere una passione, per un coinvolgimento pieno nella magia della camera oscura. 

La fotografia viene intesa in questo non solo come “scatto” di un elemento reale con relativa sua trasposizione meccanica in una immagine poi esposta, ma come la realizzazione di una visione, quasi a prevedere un prolungamento espressivo di ciò che si è e si vuole esprimere.

Nella filosofia dell’Associazione Refoto, ogni laboratorio deve prevedere il passaggio delle competenze tra chi è più esperto a chi, in quanto nuovo interessato, vuole approcciarsi alla stampa analogica. Questo passaggio permette di far acquisire ai neofiti le nozioni tecniche principali per un uso consapevole della macchina fotografica analogica e degli strumenti teorici e pratici per conseguire le capacità di stampa in camera oscura. 

 

Attività principali  

Conduzione di progetti espositivi sia personali che di gruppo attraverso uscite fotografiche, attività di camera oscura e incontri con professionisti del settore.  

Realizzazione di percorsi formativi interni

Studio della stampa bianco e nero analogica con utilizzo di tecniche antiche o alternative

Divulgazione in particolare nei confronti delle scuole.

 

Iniziative realizzate  

2011: Lenta conversazione

2012: Lost in the Supermarket  

2013: Io ti guardo dentro

2014: Natural Rorschach

2015: Il Giardino del Re

2016: Subita lux

2017: Quel che resta del giorno

2018: Oυτοπία: e fu il non luogo

2018: BrancoType Festival – Festival della Fotografia Sperimentale 

 

Organizzazione 

Gabriella Becchi   responsabile per il laboratorio bianco e nero

Alice Borciani        responsabile per il percorso espositivo di Fotografia Europea

Max Orlandini        responsabile per il corso sviluppo rullini

Andrea Tosi e Oscar Turci   responsabili per il luogo e l’attrezzatura in camera oscura

 

Per accedere al laboratorio 

Occorre essere associati Refoto link a http://www.refoto.it/lassociazione/

ed aver frequentato i corsi di introduzione organizzati dal laboratorio

Corsi di introduzione organizzati dal laboratorio 

Corso di stampa ai sali d’argento

Rivolto a coloro che desiderano avvicinarsi a questo mondo o a chi già possiede delle nozioni ma da tempo non le mette in pratica. La modalità didattica è improntata alla massima interattività tra corsisti e tutor, con un percorso teorico-pratico.

Il corso si divide in tre parti lungo il corso dell’anno. Durante i primi quattro incontri, i soci apprenderanno le nozioni base di camera oscura: impareranno ad usare l’ingranditore, capiranno la differenza tra i diversi tipi di carta e i filtri graduati ed inizieranno a comprendere come leggere e valutare i negativi.

Nella seconda parte, sempre per un totale di quattro incontri, è previsto l’insegnamento della tecnica di stampa con doppio filtro e l’utilizzo di carte di formato più grande.

L’ultima parte prevede la realizzazione di un progetto fotografico